Archive for ‘Per non dimenticare Anna Politkovskaja’

ottobre 7, 2011

Anna Politkovskaja 2011 – Berlusconi va a festeggiare da Putin

Oggi è l’anniversario dell’assassinio di Anna Politkovskaja, cinque anni oggi.
Il nostro Silvio nazionale, quelle del partito “Forza gnocca”, già tradotto dai media stranieri in “Go Pussy!”, pensa bene di festeggiare l’anniversario volando dal suo amico Putin (quello del KGB vero…).

Si dice che l’omicidio della Politkovskaja eseguito il 7 ottobre fosse proprio il regalo per compleanno di Putin: mettere a tacere una giornalista che parlava troppo!

Pensare a Putin e Berlusconi insieme, oltre ai risvolti orgiastici (ricordate il “lettone di Putin” della Daddario???), mi fa ricorda la conferenza stampa in Sardegna in cui Berlusconi mima un mitra che spara ad una giornalista che pone una domanda scomoda al Presidente russo.

Che la festa cominci!


FacebookTwitterMore...

Annunci
ottobre 7, 2010

Anna Politkovskaja

Oggi ricorre il quarto anniversario della morte di Anna Stepanovna Politkovskaja, giornalista russa freddata da un killer il 7 Ottobre 2006, di fronte alla porta di casa.

Per non dimenticare!

febbraio 20, 2009

Anna Politkovskaja – nessun colpevole

Ieri la sentenza di assoluzione per i quattro imputati. Oggi la notizia della riapertura del fascicolo.
Eppure tutti sanno come stanno le cose, o no?
Nel mio blog ne ho parlato qui
ottobre 10, 2008

Guzzanti … Paolo

Caro Silvio,

non ho alcuna intenzione di andarmene dal PDL ma di introdurvi la democrazia, non sono una scimmia ammaestrata ed esiste un problema di libertà nel partito delle libertà. quanto a Putin, forse non sai molto su di lui e sulla Russia: eccoti due notizie in pillole. il conflitto di coscienza permane e, quanto a vomitare, ho vomitato in ricordo dei miei morti, di Sasha, di Anna Politkovskaya che quando tu andavi alla televisione russa a spiegare il paradiso putiniano ai russi, s’incazzava come una belva. poi l’hanno stesa con quattro revolverate e non s’incazza più.
(Leggi il blog di Paolo Guzzanti) (oppure sul Corriere della Sera)

Tanti si ricordano di Sabina Guzzanti, altri di Corrado Guzzanti (lo presento anche nel mio blog qui), non so quanti di Paolo Guzzanti (è anche lui della famiglia), già senatore di FI eletto a Brescia, ora deputato del PDL.

Vederlo in rotta di collisione con “il suo capo” e sentirlo parlare di “problema di libertà nel partito delle libertà” mi fa capire che tutto il mondo è paese.
Io credo che, nel mio campo di gioco, ci sia un “problema di democrazia nel Patito Democratico”, ma questo è un’altro tema, ne parlerò un’altra volta!

ottobre 7, 2008

Anna Politkovskaja

Già l’anno scorso scrissi un post “per non dimenticare”.

Il Corriere della Sera spiega molto meglio di me chi era Anna Politkovskaja e perchè è importante non dimenticare.

Dedico questo post oltre ad Anna Politkovskaja anche e soprattutto a tutti quelli che non hanno paura di dire la verità e non hanno timore di mettersi contro chi gestisce il potere. Tutti quelli che non si fanno strumentalizzare per giochi politici, tutti quelli che pensano che prima di tutto venga il bene comune.
ottobre 1, 2007

Anna

“Mi dicono spesso che sono pessimista, che non credo nella forza della gente, che ce l’ho con Putin e non vedo altro.
Vedo tutto io. È questo il mio problema. Vedo le cose belle e vedo le cose brutte. Vedo che le persone vogliono cambiare la propria vita per il meglio ma che non sono in grado di farlo, e che per darsi un contegno continuano a mentire a se stesse per prime, concentrandosi sulle cose positive e facendo finta che le negative non esistano.
Per il mio sistema di valori, è la posizione del fungo che si nasconde sotto la foglia. Lo troveranno comunque, è praticamente certo, lo raccoglieranno e se lo mangeranno. Per questo, se si è nati uomini non bisogna fare i funghi”.

BASTA FARE GLI STRUZZI
BASTA FARE I FUNGHI

Anna Politkovskaja era una giornalista russa. Forse non la più famosa in patria (dove faticava a essere pubblicata) ma certo la più coraggiosa. Da anni denunciava le violazioni dei diritti umani in Cecenia. Nei suoi articoli ha sempre criticato il presidente Putin che, da ex spia del Kgb, da quando è al potere ha allontanato la Russia dal percorso democratico.
Il 7 ottobre del 2006 Anna è stata uccisa, sul portone di casa sua, nel cuore di Mosca. Chi le ha sparato era a volto scoperto! Questo non è stato un semplice omicidio ma una lezione per tutti i giornalisti liberi, o meglio per tutti quelli che vogliono la libertà. Neanche l’Urss con Sacharov era arrivata a tanto, forse anche per le pressioni occidentali. Che aspettiamo allora?
Per ricordare Anna Politkovskakja a Milano si terrà un grande convegno.

6 OTTOBRE 2007
CIRCOLO DELLA STAMPA
MILANO – CORSO VENEZIA 16
DALLE 9 ALLE 13
PER NON DIMENTICARE
ANNA POLITKOVKSAJA
A UN ANNO DALLA MORTE

COL PATROCINIO DI: Affaritaliani.it, Arci Lombardia, Articolo 21, Associazione Memorial Italia, Associazione radicale “Enzo Tortora”, Associazione Saveria Antiochia Omicron, CGIL Lombardia, Circolo Rosselli Milano, Comitato per la Foresta dei Giusti, Comitato per la pace nel Caucaso, Commissione Pari Opportunità FNSI, Critica liberale, Fondazione Donna a Milano, Fondazione europea Dragan, Libera- Regione Lombardia, Master in Giornalismo – Alta Scuola in Media, comunicazione e spettacolo dell’Università Cattolica del S. Cuore, Master in giornalismo Università degli studi di Milano, Memorial internazionale Mosca, Ordine dei giornalisti della Lombardia, Sinistra liberale, Stampa Estera Milano.

Per saperne di più:

E per chi sostine che Grillo è solo antipolitica rimando a questo post: