Archive for ‘informazione’

febbraio 19, 2012

Paludi o non paludi? (2)

Alle Paludi ci sarà in nuovo municipio o no? Oltre un anno fa già questa ambiguità non era stata sciolta (leggi qui) e il nostro sindaco si era speso in una intervista andata in onda su TeleTutto circa l’effettivo spostamento del municipio nella nuova sede alle Paludi. Ora si continua a negare e “far trapelare”.

Spassosi sono i due articoletti apparsi nei giorni scorsi sul Giornale di Brescia (15 e 16 feb. 2012). Nel primo il giornalista si lascia sfuggire che nella nuova costruzione (di cui si parlerà martedì in un incontro pubblico) troverà sede anche il nuovo municipio. Cito testualmente:

Un’operazione urbanistica che secondo le prime stime potrebbe essere valutata in 3,5 milioni di euro, ai quali andrebbero aggiunti altri 2 milioni per dare attuazione all’ipotesi del nuovo municipio.

Aveva forse mangiato pesate l’articolista per “sognarsi” ipotesi di spostamento del municipio e 2 milioni di euro di spesa? Non credo, anche perchè il giorno dopo si deve smentire e lo fa con un virgolettato della nota della nostra amministrazione:

La presentazione dell’ipotesi progettuale del nuovo parco urbano e del centro polifunzionale – recita la nota – come da bando di gara pubblica europea per tale progettazione, non comprende ne prevede alcuna ipotesi di trasferimento del Municipio o costruzione di un nuovo Municipio, ma verterà sulla presentazione dell’ipotesi progettuale del nuovo Parco pubblico urbano e del centro polifunzionale (Auditorium, sala per la terza età e spazi per le associazioni).

Evidentemente oggi si vuole raccontare solo di come verranno spesi oltre 3 milioni e mezzo di euro (7 miliardi di lire!!!) per il centro polifunzionale ma non si vuole dire quello che davvero si vuole fare, cioè spendere oltre 4 miliardi (arrivando così a 11 miliardi di lire!!) per spostare anche il Municipio.

Caro Paolo, smettila di raccontare palle e spiega davvero, se ne hai il coraggio, cosa vorrai fare e quanto ci indebiterai per i prossimi anni!!!

Annunci
gennaio 25, 2012

Incidenti stradali e informazione

Riporto questa lettera al direttore apparsa sul BresciaOggi. Lo sfogo del lettore non è solo comprensibile umanamente, ma coglie nel vivo il problema dell’informazione su questo tema. L’attuale ministro degli interni Cancellieri quando si insediò a Brescia come Prefetto istituì un osservatorio provinciale che si occupasse di questo tema. Lasciata la nostra provincia di questa esperienza importante è rimasto ben poco. AL contrario penso ad un noto politico bresciano, allora assessore provinciale, oggi consigliere regionale che sul tema della riduzione degli incidenti a Brescia si è fatto la campagna elettorale del 2009 con quella che sarebbe opportuno classificare come pubblicità ingannevole.

Egregio direttore, chi le scrive, prima di essere il referente provinciale dell´Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada, nonché il presidente della neoassociazione “CONdividere la Strada della Vita” è, innanzitutto, il papà di Alessandro Merli, un ragazzo di quattordici anni che nel gennaio del 2000 è stato investito e ucciso sul colpo da un ubriaco al volante della sua vettura. Ancora oggi io e mia moglie piangiamo nostro figlio mentre l´omicida continua a circolare indisturbato con la sua auto.
Leggo, dunque, l´articolo di pagina 11 del vostro quotidiano del 12/01/2012 in merito alla situazione degli incidenti stradali nel bresciano e vorrei, in tal senso, “osare” una lettura delle statistiche e delle considerazioni pubblicate da un punto di vista strettamente personale.
Ora, senza voler tornare a parlare di “aria fritta” e lungi

read more »

gennaio 22, 2012

scartabellando

Scartabellando fra i files del mio archivio alla ricerca di tutt’altro, ho trovato questo ritaglio relativo alle dichiarazioni relative al Parcheggio del Porto di Portese che il nostro Sindaco ha rilasciato in tempi diversi. Se nel 2007 era un’opera dannosa, nel 2012 è un importante traguardo raggiunto dalla sua amministrazione. Come si cambia idea facilmente, vero Paolo, a seconda di cosa convenga raccontare?

Marzo 2007 – Parcheggio del Porto di Portese – BresciaOggi del 02.03.2007

«Teoricamente la questione sembra che porti vantaggio – spiega il consigliere Paolo Rosa -ma nella sostanza recherà grave danno alle casse comunali perchè la struttura risulterà completamente inutilizzata per oltre 10 mesi all’anno. Inoltre non consentirà l’accesso a autobus, camper, fuoristrada con bagaglio o barche. Nei pressi del park c’è un hotel aperto tutto l’anno che ha difficoltà con i posti autobus per cui un domani si potrebbe prevedere una convenzione ma non con gli attuali due piani interrati perchè non ci sarebbero le altezze necessarie».

Gennaio 2012 – Parcheggio del Porto di Portese – BresciaOggi del 13.01.2012

ED ECCO che adesso, per Rosa, viene forse il tempo di raccogliere i frutti di quanto seminato fino ad ora.
«Di sicuro ci siamo dati da fare, cercando di ottenere il massimo possibile – commenta il sindaco -. A San Felice del Benaco, in questi 30 mesi, sono stati circa 2,8 i milioni di euro investiti per opere pubbliche già realizzate, anche con contributi sovracomunali».
Tra le opere principali ci sono il percorso turistico ambientale Salò-Porto Portese, la nuova ciclabile che da via Bertazzi ha riaperto un percorso storico sino a Cisano, e ancora il nuovo ascensore panoramico al centro della terza età del castello di Portese, e alcune migliorie alla sede di San Felice, quindi la riqualificazione dell´antica spiaggia della Gardiola e il nuovo parcheggio multipiano al porto di Portese.

ottobre 28, 2011

lago di cemento

Sto leggendo da qualche giorno le sollecitazioni di Serena che se la prende (giustamente) sul servizio di dubbia qualità che i giornali fanno nei confronti dei loro lettori pubblicando articoli che sembrano più degli spot pubblicitari piuttosto che articoli giornalistici. Cercando su youtube oggi mi sono imbattuto in rete in questo video molto carino. Quello che mi ha più sorpreso è stato sentire la voce del narratore, voce che conosco bene visto che conosco Mauro da circa 30 anni ma non sapevo di questa sua sensibilità artistica.

Molti troveranno più di una immagine dedicata a San Felice in questo documentario sulla cementificazione del Garda. Un complimento a Mauro per il video e per le musiche che ha realizzato per queta occasione.

ottobre 23, 2011

Cosa pensano Angela Merkel e Nicolas Sarkozy dell’Italia?

Quando uno sguardo dice molto più di 1000 parole!

http://tv.repubblica.it/static/swf/z_adv_player.swf

ottobre 10, 2011

Ma i nostri consiglieri comunali sanno chi è Brancher?

Oggi mi è stata segnalata un’ulteriore notizia circa la vicenda di Brancher e l’associazione “Lago tutto l’anno”. Ne avevo già parlato a settembre segnalando un articolo de L’Espersso e oggi “Il Fatto Quotidiano” ne riparla.

Brancher dopo aver stabilito il record di ministro più breve d’Italia (dal 18 giugno al 6 luglio 2010 è stato ministro per l’attuazione del federalismo del quarto governo Berlusconi) è stato condannato in appello a due anni di reclusione per ricettazione e appropriazione indebita. Il 4 agosto la Corte di cassazione respinge il ricorso del parlamentare: la condanna diventa definitiva.

Ad un personaggio come questo i nostri consiglieri comunali (8 di maggioranza mentre quelli di minoranza votarono contro) assegnano la presidenza dell’associazione e fanno salire il nostro comune sull’ennesimo carrozzone pubblico mangiasoldi (160 milioni di euro pubblici da spartire!). Se non ci credete leggete la delibera del consiglio comunale del 13 aprile 2011.

ALDO BRANCHER METTE NEI GUAI 25 SINDACI DELLA SPONDA GARDESANA

I 25 SINDACI CHE HANNO COSTITUITO “LAGO DI GARDA TUTTO L’ANNO” AVRANNO DEI PROBLEMI ?

SEMBRA PROPRIO DI SI, LEGGETE QUESTA NOTA

E’ il 16 aprile del 2011,  siamo a   Desenzano del Garda, questa è  la data che mette nei guai ben 25 primi cittadini di altrettanti  Comuni delle sponde del Lago di Garda.

Infatti  è in questa giornata che di fronte ad un notaio di Desenzano i primi cittadini danno vita ad un’associazione fra comuni. Si tratta di un progetto voluto e sponsorizzato dall’on. Aldo Brancher, che ne viene subito nominato presidente, con lo scopo di promuovere l’intero territorio gardesano attraverso una serie di eventi, manifestazioni e iniziative nel settore del turismo.

In sostanza, alla presenza di Adalberto Monaser  sindaco di  Riva del Garda, Luca Civettini sindaco di Nago Torbole, Felice Anelli di Desenzano del Garda, Davide Vezzoli di Pozzolengo, Franco Negri di Tignale, Alessandro Mattinzoli di Sirmione, Diego Ardigò di Tremosine, Andrea  Cipani  di  Gardone Riviera, Barbara Botti di  Salò, Federico Venturini di Magasa,  Davide Pace di  Valvestino, di Gianfranco Scarpetta di Gargnano, di Roberto Righettini di  Toscolano Maderno, di Adelio Zeni di  Puegnago sul Garda, di Franceschino  Risatti di  Limone, di Paolo Mariantonio Simoni di  Manerba del Garda, Paolo Rosa di  San Felice del Benaco, Antonio Pasotti di Garda, Rinaldo Sartori  di Brenzone,  Maria Orietta Gaiulli  di Peschiera del Garda, Valente Chincarini di Malcesine e Mario Bocchio di  Lonato del Garda    viene costituita fra i comuni sopra indicati un’associazione denominata : “LAGO DI GARDA TUTTO L’ANNO”  ed è proprio questo l’atto che potrebbe portare dei problemi a tutti questi sindaci.

Infatti  l’associazione che nasce, con proprio statuto preventivamente approvato da tutti i rispettivi  Consigli  Comunali dei comuni interessati, è di fatto  una istituzione partecipata da enti locali  così come previsto dall’articolo 113 bis del Decreto legislativo n. 267 del 2000, il Testo Unico sugli Enti Locali. Inoltre detta istituzione, poiché dotata di personalità giuridica, di autonomia imprenditoriale e di proprio statuto  approvato dai consigli comunali, in conformità a quanto prescrive l’ art. 114 del medesimo Decreto legislativo, altro non è se non una vera e propria “azienda speciale” di una associazione di enti locali.

Facendo un passo indietro nell’ambito del Decreto legislativo già indicato, si scopre che l’art. 58 dice testualmente che non possono  comunque ricoprire la carica di presidente  delle aziende speciali  e delle istituzioni di cui all’articolo 114 , coloro che sono stati condannati con sentenza definitiva ad una pena non inferiore a due anni di reclusione per delitto non colposo. Siamo di fatto proprio di fronte al nostro caso, l’on. Brancher  è stato condannato con sentenza passata in giudicato a due anni di reclusione,  l’indulto di cui beneficia  non modifica le disposizioni di questa legge.

L’eventuale elezione di coloro che si trovano nelle condizioni  di cui sopra è nulla, pertanto l’organo che ha provveduto  alla nomina o alla convalida dell’elezione è tenuto a revocare il relativo provvedimento non appena venuto a conoscenza dell’esistenza delle condizioni stesse. Così c’è scritto al 4° comma sempre del medesimo articolo 58.

Precisa poi il successivo articolo 59 che chi ricopre una delle cariche di cui si è accennato sopra decade da essa di diritto dalla data del passaggio in giudicato della sentenza di condanna.

Una bella gatta da pelare per tutti i sindaci che hanno nominato Brancher alla presidenza di LAGO DI GARDA TUTTO L’ANNO : hanno l’obbligo di  revocare il provvedimento di nomina pena l’incriminazione per omissione di atti d’ufficio  considerata la loro veste di pubblici ufficiali.

Lo  faranno ? Staremo a vedere anche perché, leggendo con attenzione  la legge della Regione Veneto n. 33 del  2002, si potrebbero profilare ulteriori violazioni di norme di legge ed altre grane per i nostri sindaci.

Infatti questa legge, denominata Testo unico delle leggi regionali in materia di Turismo, assegna esclusivamente alla Regione Veneto, e altrimenti non potrebbe considerate le competenze delle regioni in materia di turismo,  le funzioni  di programmazione e coordinamento delle iniziative turistiche  di interesse regionale, come pure la relativa promozione in Italia e all’estero dell’immagine unitaria e complessiva del turismo veneto (art. 2). Sembra quindi che con la nascita dell’associazione LAGO DI GARDA TUTTO L’ANNO  ci si sia sostituiti alle regioni o alla  regione che ha la competenza della  programmazione delle iniziative turistiche  di interesse regionale.

Una delle prime manifestazioni sponsorizzate dall’associazione di Brancher ha già aperto un dibattito.  Proprio mentre a Roma, il 13 agosto si approvava in fretta e furia una manovra economica di notevole peso denominata “lacrime e sangue”, sul Lago di Garda si gettavano via in fuochi d’artificio circa 900.000  euro. L’associazione di cui Brancher è presidente ha organizzato “ la Grande notte delle stelle” :  25 Comuni che a mezzanotte hanno sparato al vento una montagna di denaro. Fino a che punto ne è valsa la pena ? E’ stato opportuno in un momento in cui milioni di famiglie non riescono ad arrivare alla fine del mese ?

vedi http://www.facebook.com/notes/chiamami-ancora-perla-del-lago/aldo-brancher-mette-nei-guai-25-sindaci-della-sponda-gardesana/253794537997994


FacebookTwitterMore...

ottobre 3, 2011

Una volta su tre l’opposizione salva la maggioranza in parlamento

In questa legislatura la maggioranza che sostiene il Governo è stata salvata in 5.101 votazioni (su un totale di 14.592 voti) dai voti e dalle assenze dei parlamentari di opposizione.

Queste informazioni si possono trovare su OpenParlamento, un sito ben fatto che monitora l’attività parlamentare.

Il risultato di questa analisi è davvero sorprendente e mostra come una volta su tre la maggioranza viene salvata in parlamento dalle assenze dei parlamentari dell’opposizione e del loro voto a favore della maggioranza stessa.

Impressionante vedere i nomi dei “cattivi” parlamentari.

Al primo posto il mio segretario BERSANI Pier Luigi con 2303 assenze che hanno salvato la maggioranza. Al terzo posto DI PIETRO Antonio 2010 assenze determinanti, al quinto D’ALEMA Massimo 1998 assenze, sesto FIORONI Giuseppe con 1946.

Non tutti i parlamentari sono uguali. A titolo d’esempio BINDI Rosy è stata assente determinante il solo 12 occasioni su su parecchie migliaia di votazioni.

Hanno fatto il loro dovere i nostri parlamentari bresciani: CORSINI Paolo (235 assenze su parecchie migliaia di votazioni) e FERRARI Pierangelo (72 assenze su parecchie migliaia di votazioni) e GALPERTI Guido ( 144 assenze su parecchie migliaia di votazioni)


FacebookTwitterMore...

marzo 15, 2011

Serata di ascolto

Ieri sera si è svolto un incontro organizzato dall’amministrazione comunale che aveva come scopo quello di “ascoltare” le proposte dei cittadini. I cittadini di San Felice si sono espressi in modo chiaro ed inequivocabile sul progetto di gestione del territorio proposto dal nostro sindaco e la bocciatura è stata solenne.

Mi auguro che l’Amministrazione Comunale tutta ne sappia trarre le dovute conseguenze!

febbraio 23, 2011

Il video più bello degli ultimi tempi

Da vedere, rivedere, ascoltare e riascoltare!

ottobre 23, 2010

Incontro pubblico sul futuro di San Felice

A distanza di poche ore a San Felice sono comparsi, nell’ordine, questi due manifesti:

Ovviamente fra le due iniziative (quella del PD locale di cui sono il coordinatore e quella dell’Amministrazione Comunale) non c’è alcuna relazione (forse). Non so quali siano le idee del Sindaco, lo vedrò lunedì sera, tuttavia mi sembra alquanto vago il messaggio di convocazione: “progetti, suggerimenti, proposte per la nostra Comunità”. Non sarà forse la presentazione pubblica del PGT di prossima adozione che si vuol far passare in sordina???

Vedremo!