A Castegnato parte “Urban wi-fi” gratuito, a San Felice aspettiamo l’ADSL a pagamento

Mentre a San Felice aspettiamo (non io… i citadini che ancora ci credono si) l’ADSL di Telecom (a pagamento) a Castegnato parte la connessione wi-fi gratuita in piazza. Ma Castegnato è in Svezia o provincia di Brescia????

Connessione internet a pagamento, addio. Castegnato diventa il simbolo della rivoluzione della rete. Sarà infatti il primo Comune della Lombardia ad attivare una «wi-fi zone», una sorta di zona franca dove collegarsi al web senza spendere un euro.
L’APPUNTAMENTO, per certi versi storico, è fissato per il 19 febbraio quando in piazza Dante Alighieri sarà virtualmente inaugurata l’«oasi» degli internauti attrezzata con lo standard 802.11, ovvero la più evoluta delle tecnologie di connessione senza fili.
L’innovativo progetto «Urban wi-fi» destinato a diventare un modello per gli altri Comuni bresciani, è stato avviato dall’Amministrazione comunale grazie alla partnership stretta con le aziende del settore informatico Easy-one e Lais .
Per presentare il progetto alla cittadinanza, il Comune e le due società si sono rivolte ai giovani dei gruppi Brothers in game) e Linux users group di Castegnato, ovvero quelli che sono al tempo stesso i maggiori esperti e i principali utenti del web.
DALLE 8,30 ALLE 12,30 del 19 febbraio, si diceva gli «smanettoni» del computer presenteranno ai residenti le opportunità offerte dal sistema di copertura promosso a Castegnato.
Con personal computer e piccoli opuscoli tascabili, verranno effettuate dimostrazioni sul campo delle modalità di connessione che consentono fra l’altro la lettura dei quotidiani (compreso Bresciaoggi), la consultazione della posta elettronica, la visualizzazione di video, telegiornali e contenuti informativi.
Per chi vuole entrare nel mondo delle comunità virtuali ci sarà spazio per un corso intensivo per l’utilizzo di foursquare, twitter, facebook e skype.
«LA COLLABORAZIONE con Easy-one e Lais – osservano il sindaco Giuseppe Orizio e l’assessore alla Cultura Eugenia Grechi supervisore del progetto – siamo in grado di offrire gratuitamente un servizio strategico, soprattutto per giovani. E un modo per favorire luoghi di socializzazione, per comunicare ed anche per far conoscere le attività dell’Amministrazione civica. La sperimentazione parte da piazza Dante, ma il sistema predisposto consente l’espansione anche ad altri luoghi del paese che potranno presto essere a loro volta connessi liberamente diventando altri luoghi di socializzazione». Molto dipenderà dalla risposta della comunità ma l’obbiettivo dell’Amministrazione civica è di dislocare in quasi tutte le zone del paese una zona franca.
Ad ogni persona che si fermerà ad ascoltare la presentazione, verrà consegnato un buono per una consumazione gratuita nei bar di piazza Dante Alighieri che aderiscono all’iniziativa.

Dal BresciaOggi dell’11 feb. 2011

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: