Simboli identitari

Questa lettera (pare) sia stata indirizzata al Sindaco di Villanuova.

Ricordando il passato agricolo di San Felice (testimoniato da una fondazione attiva nel nostro territorio) e siderurgico (Mollificio ormai chiuso) direi che la proposta potrebbe essere fatta anche da noi, magari partendo dalla scuola elementare e media, che ne dite?

Oggetto: Proposta per iniziative inerenti la valorizzazione, la ri-qualificazione e l’identificazione dei nostri edifici pubblici.
Egregio Sig. Sindaco,

Come lei ben sa nell’ultimo periodo si è notevolmente rivalutata l’attenzione alle tematiche storiche e sociali, con particolare riferimento all’ambito locale, inserendo anche nelle strutture pubbliche dei chiari riferimenti all’identità del territorio.
Queste tematiche non ci trovano insensibili, ed anzi siamo decisamente favorevoli ad azioni che identifichino le realtà storiche e culturali dei nostri comuni, consci che non conoscendo e valorizzando il passato e impossibile programmare al meglio il futuro.

Essendo noto ed evidente che il nostro comune da un lato ha una forte tradizione storica di vocazione agricola e dall’altro una altrettanto, anche se più recente, tradizione di carattere industriale proponiamo di rappresentare entrambi, all’interno e all’esterno di tutti gli edifici pubblici, apponendo ovunque possibile questo simbolo:
Potrà senz’altro notare che nel simbolo da noi proposto sono contemporaneamente presenti il martello, strumento fondamentale nella lavorazione del ferro, attività storica della nostra valle, e la falce, a rappresentare il nostro indimenticato passato a vocazione rurale.
Riguardo i colori, sono stati scelti per la volontà di richiamare con il rosso la vitalità delle nostre genti e con il giallo la gioia dell’appartenenza ad una comunità con così importanti, e tuttora vive, radici.
È evidente che la scelta del simbolo non si richiama in alcun modo a qualsivoglia partito politico, presente o passato, bensì esclusivamente alla storia locale.
Certi della sua collaborazione porgiamo,
Distinti Saluti
per Villanuova Nuova, Gianluca Vivenzi

One Comment to “Simboli identitari”

  1. Come “pare”, è stata indirizzata…evidentemente è una provocazione, come si può leggere anche nell’intestazione…ed ovviamente il riferimento è a adro.
    Ciao.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: