PGT-2010

Pochi giorni fa l’amministrazione comunale di San Felice d/B ha promosso un incontro pubblico di presentazione del nuovo PGT.

Stando alle parole del Sindaco e del suo tecnico dovremmo essere all’inizio di un percorso di confronto, condivisione e scelta dello sviluppo di San Felice e invece da quanto ho sentito e letto (ieri sul sito del comune è stato messo a disposizione il Documento di Scooping che illustra le linee guida) appare evidente che le decisioni sono già state prese e poco margine di manovra per fare vera partecipazione ci sarà. Beh, viste le premesse non avevo dubbi!

Trascuro per ora questo aspetto, riproponendomi di dedicargli qualche riga in futuro e provo a sintetizzare quanto ho capito leggendo il materiale disponibile e confrontandolo con la proposta di PGT (o meglio documento di piano) proposto nel 2008 dall’amministrazione Marsiletti.

2008

Marsiletti

2010

Rosa

Area destinata a nuove edificazioni/urbanizzazioni 131 mila mq 144 mila mq
Nuova volumetria residenziale totale prevista

39’630 mc

29’ 800 mc

Nuova volumetria residenziale su lotti liberi

10’802 mc

non ancora nota

Volumetria residenziale “sociale”

4500 mc

7200 mc

Volumetria  alberghiera prevista

9834 mc

(stima per difetto)

14400 mc

Abitanti equivalenti

336

198 (stima per difetto)

Non è facile confrontare le due proposte per vari motivi, non ultimo il fatto che il PGT del 2010 non è ancora disponibile (al pubblico) e quanto ho riportato si può desumere dal documento di scooping.

Aggiungo un’ultima considerazione di carattere economico: facendo un po’ di conti della serva il “giro d’affari” che ruotava attorno alla proposta di PGT del 2008 era di circa 10 milioni di euro di potenziale contropartita per l’amministrazione comunale di cui non c’era traccia esplicita nel piano se non con vaghe indicazioni di opere pubbliche realizzate da parte dei compartisti.

Nella proposta 2010 al contrario si è esplicitata questa cifra di “utile del comune” per un importo pari a 12 milioni di euro, ipotizzando un piano dei servizi che necessita di tale importo per essere attuato.

Cosa si può concludere?

  1. La prima cosa evidente è che entrambe le proposte di PGT vanno nella direzione di consumare suolo confermando lo stile bresciano di cattiva gestione e salvaguardia del territorio (Brescia è fra le peggiori provincie italiane).
  2. Attraverso la vendita/svendita del territorio si finanzia lo sviluppo dei servizi per il nostro comune (12 milioni di euro nella proposta di Rosa)
  3. Una grossissima fetta della previsione di volumetria (oltre il 75%) è destinata a edilizia libera o meglio alla realizzazioni di ville e villette che saranno messe sul mercato libero e quindi verosimilmente destinate a diventare seconde case.
  4. In entrambi i casi (PGT di Marsiletti e PGT di Rosa) è mancata una qualsiasi condivisione/concertazione con i cittadini di quale sviluppo si potesse prevedere per San Felice

Queste in breve sono le mie primissime considerazioni sulla nuova proposta di PGT: molte ombre e pochissime luci!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: