Area Camper a Cancale


Avevo già parlato di Cancale, in Bretagna, e delle sue ostriche in un precedente post. Cancale è una meta turistica molto importante per la Bretagna: si trova non lontano da Le Mont-Saint-Michel e Saint-Malò, è famosissima per le sue ostriche e quindi è frequentata da molti turisti. 

Una forma di turismo che prende sempre più piede in Europa e in Italia è il turismo itinerante che, se ben gestito, può diventare una risorsa economica interessante per le piccole realtà locali.

L’amministrazione di Cancale, per gestire correttamente i numerosi turisti che arrivavano nel piccolo borgo con i loro camper e per trasformare questa realtà da un possibile problema in una concreta risorsa ha realizzato una “Area Camper” attrezzata, a pagamento, a due passi dal porticiolo turistico.

Su un area di dimensioni piuttosto contenute sono stati realizzati gli stalli per i singoli camper ed un sistema di accesso regolato con sbarra e distributore di ticket come qualsiasi atro parcheggio a pagamento a cui siamo abituati. Il costo è particolarmente contenuto (6 euro/giorno) perchè in Francia normalmente le aree camper sono gratuite. Il risultato è una situazione ordinata, pulita e apprezzata dai turisti.

Sarebbe bello avere qualcosa del genere anche a San Felice, magari proprio a Portese in corrispondenza del nuovo parcheggio di San Giovanni, o altrove. Provo a fare un businnes plan:
– 25 stalli (pochi, meno di quelli dell’area di Cancale)
– 10 euro al giorno (in Italia si paga mediamente di più)
– 150 giorni utili (fra estate e week-end)
– 65% di riempimento
          TOTALE: 24’375 Euro

Non male direi!

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: