Archive for ottobre, 2009

ottobre 22, 2009

Nessuno consulente per l’urbanistica a San Felice

Circa un mese fa mi ero soffermato sulla inconcepibile scelta di tornare indietro fatta dall’amministrazione comunale (o solo dal Sindaco??) di San Felice sulla scelta dell’urbanista di riferimento.

Alcune perplessità le mostravo anche sulla ventilata (o meglio manifestata con tanto di bando pubblico) possibilità di affidare un ulteriore contratto di consulenza ad un eventuale altro professionista.

Tralasciamo di commentare la sceneggiata fatta in consiglio comunale dall’Avv. Florioli nel dare il bentornato al suo urbanista di fiducia con tanto di manifestata stima nell’amico (sicuro che sia suo amico???) urbanista silurato e lapsus freudiano che ritrova nel pubblico (ops…. far i cittadini) chi inspiegabilmente si fosse permesso di criticare i modi di gestire l’urbanistica “disinvolti” delle sue amministrazioni. Una velata critica per tali opinioni ci sono nelle sue parole anche per chi siede ancora in consiglio comunale (indovina chi!!!) e chi non vi siede più (indovina ancora meglio chi!!!).

Tralasciamo pure di commentare cosa sarebbe accaduto se estensore del PGT e consulente dell’ufficio tecnico in materia urbanistica non fossero stati la medesima persona ( schizofrenia pura si direbbe a casa mia!!!) e soffermiamoci sul perché NESSUNO ha scelto di fare il consulente all’urbanistica dell’Ufficio Tecnico di San Felice.

Forse perché professionisti diversi dall’estensore del PGT si domandano che tipo di consulenza possono fare quando che già chi da sempre pone domande e fornisce risposta (alla Marzullo) sull’urbanistica a San Felice (l’esegesi del PRG di San Felice ad oltre un decennio dalla sua approvazione è ancora tabù per molti!!).

Forse perché qualcuno avrà sconsigliato l’estensore del PGT dal farsi avanti per evitare critiche di ulteriori spese da parte di chi si domanda con quanto disinvoltura si gestiscono i soldi dei cittadini.

Boh….. fatto sta che allo scadere del bando nessuno si è fatto avanti e il comune sia senza un consulente urbanistico, o meglio, senza qualcuno che di urbanistica ci capisca, e questo non è un bene per San Felice e per i suoi cittadini.

 

Annunci
ottobre 19, 2009

La Leonessa e la Piovra (Brescia e le mafie)

Oggi mi è capitato di vedere il film-documentario La Leonessa e la Piovra (si può vedere su Google Video).

La narrazione inizia con le immagini dei funerali della famiglia Cottarelli il 18 novembre 2006. Angelo Cottarelli, la convivente Marzenne Topar e il figlio Luca vengono barbaramente uccisi il 26 agosto 2006 e, come sempre, i media attribuiscono gli omicidi ad alcuni extracomunitari. Tuttavia, la verità è un’altra: la mafia bresciana ha eliminato un colletto bianco traditore.

Il racconto non riguarda solo Brescia (la città) ma anche il nostro lago di Garda. Dal “soggiorno” di Raffaele Cutolo nel ’77 a Soiano all’arresto del il killer di Francesco Fortugno, vicepresidente del Consiglio regionale calabrese assassinato a Locri nell’ottobre 2005,  catturato sul Lago di Garda.

Il piatto forte degli interessi della piovra sono l’usura, il traffico di droga, l’estorsione e il pizzo e, cigliegina sulla torta, l’edilizia.

Venerdi 6 novembre 2009 a Desenzano (Palazzo Todeschini) gli autori gli autori del documentario di inchiesta “La Leonessa e la Piovra” Fabio Abati e Igor Greganti illustreranno come la mafia opera nel tessuto economico e produttivo della provincia di Brescia, dai subappalti nei cantieri edili al traffico di cocaina e prostituzioni sui night del Garda.

ottobre 12, 2009

Sono il miglior cantante degli ultimi 150 anni